PageRank

Google elimina il PageRank: arriva un nuovo algoritmo

Il PageRank dei siti desktop ha fatto il suo tempo, da oggi priorità ai contenuti e al mobile friendly.

Il PageRank è un algoritmo che assegna un valore numerico alla rilevanza relativa di un sito web. Indicava (il passato è d’obbligo) le pagine o i siti di maggiore rilevanza in relazione ai termini ricercati, soprattutto sulla base della quantità e qualità dei link che conducevano a quelle pagine. Assumevano un’importanza elevatissima gli hub ai quali sono connessi molti nodi della rete internet.

Nel 2008, Udi Manber, il vicepresidente di Google, scriveva: “il PageRank è la parte più importante dell’algoritmo di posizionamento di Google“. Era visibile sulla Google Toolbar che chiunque poteva installare sul proprio browser, e divenne lo standard di valutazione del lavoro di un SEO. Quel numero da 1 a 10 era allo stesso tempo il parametro più rilevante e semplice da consultare.

Ma oggi, il PageRank, il numero più importante per tutti gli ottimizzatori di siti web, sta per uscire di scena. Per molti è la fine di un’epoca: il PageRank, entro poche settimane, non sarà più visibile nella Google Toolbar.

Il web è cambiato nel corso del tempo, così com’è cambiata la sua fruizione da parte degli utenti; Google ha avviato un aggiornamento degli algoritmi che governano il posizionamento dei siti Internet tenendo in considerazione l’evoluzione del web e le esigenze degli users. I contenuti e l’usabilità del sito conteranno molto più di prima: acquistano maggiore importanza i siti Web ottimizzati per il mobile (mobile friendly) o comunque i siti progettati per il desktop che tuttavia si accompagnano ad una buona visualizzazione mobile.

IL nostro consiglio è quello di consultare frequentemente nelle prossime settimane la sezione “Developers” del sito ufficiale Google, per apprendere tutti gli aggiornamenti delle best practices per la creazione di un sito ottimizzato secondo le richieste del nuovo algoritmo.